Anna Cathcart rivela alcuni retroscena di “Tutte le volte che ho scritto ti amo”

La giovane Anna Cathcart non è ancora una stella della televisione e quindi è normale che non sappiate esattamente chi sia. Forse però se vi dicessi che ha interpretato Katherine Song Covey, Kitty per gli amici, vi è tutto più chiaro.

La sorellina della protagonista di “Tutte le volte che ho scritto ti amo” è stata una vera e propria scoperta sia per la sua simpatia che per la maturità. Anna però ha rivelato interessanti curiosità su come sia stato recitare insieme al bellissimo Noah Centineo e a Lana Condor.

“Uscivamo e passavamo insieme un sacco di tempo. Eravamo a nostro agio l’uno con l’altro e passavamo per lo più il tempo a ridere e a scherzare”


La chat “Covey Sisters”

Cathcart, in un’intervista a Bustle, dichiara di aver mantenuto un ottimo rapporto con le sue sorelle cinematografiche ed insieme hanno anche una chat di gruppo dove si scambiano per lo più messaggi di solidarietà e complimenti per i loro successi. Per esempio: Lana Condor si è mostrata particolarmente entusiasta quando ha scoperto che Hailey Baldwin abbia visto “Tutte le volte che ho scritto ti amo”

“Siamo molto aperte l’una con l’altra. Possiamo semplicemente dirci tutto e ci divertiamo tantissimo insieme. Mi piaceva recitare con le mie “sorelle”. Ovviamente le mie scene preferite vedono le tre Covey insieme come il litigio e la lotta con i cuscini.”

Anna Cathcart e il suo rapporto con Noah Centineo

Oltre alle sue due sorelle, Cathcart rivela anche il suo interesse per il bel Centineo. La sua scena preferita è ovviamente il loro primo incontro in macchina quando Kitty ha in mano il famoso “yogurt coreano”.


“Penso sia stata la mia prima scena con Noah. È stato molto divertente e tra noi due c’è stato subito feeling. “Mi chiamo Katherine Song Covey, Kitty per i miei amici, puoi chiamarmi Katherine.” Poi Lana e Noah sono come due migliori amici e mentre giravamo mi sembrava tutto così familiare.”



Altra scena che ha particolarmente amato girare insieme a Noah è il fantomatico “momento del popcorn”.

“Quello è un altro episodio particolarmente divertente, specialmente la lotta con i cuscini. Poi come Noah non avevo mai visto Sixteen Candles e non sapevo manco chi fosse Jake Ryan.”

Curiosità sul ruolo di Kitty

È difficile da credersi, ma la Cathcart in realtà voleva rifiutare la parte di Kitty perché la produzione le aveva chiesto di tingersi i capelli così che assomigliassero il più possibile a quelli neri di Lana. Vista la giovane età della ragazza, la famiglia non era particolarmente entusiasta di questa trovata così si imposero con dirigenza. Per fortuna tutto è bene quel che finisce bene.

Dopotutto, potreste mai immaginarvi “Tutte le volte che ho scritto ti amo” senza Kitty Covey?


Lascia un bel Like alla nostra pagina Facebook e aiutaci a crescere!