Atypical 2 e il cast del tutto originale

Il 7 settembre ha debuttato la seconda stagione di Atypical, il family drama originale Netflix che vede come protagonista Sam, un adolescente con autismo affrontare i problemi della vita. Quest’anno ci sono grandissime novità per i fan che infatti potranno assistere con i propri occhi ad un gruppo di sostegno guidato da un nuovo personaggio: la signora Whitaker.

Date le numerose critiche mosse dalla comunità di autismo per la scelta dell’attore protagonista, in Atypical 2 vedremo otto giovani attori affetti da autismo che interpreteranno i nuovi amici di Sam. Come ha dichiarato la stessa Robia Rashid, la creatrice e produttrice dello show:

“Prima di tutto Atypical parla di una famiglia americana e dei suoi problemi, poi ovviamente rientra anche la tematica dell’autismo. Per questo motivo, per questa seconda stagione, ho richiesto maggior aiuto alla comunità. L’idea di mettere un gruppo di sostegno mi è piaciuta molto oltre ad essere stata un vero e proprio successo.”

In questi dieci episodi il pubblico si affeziona ad ognuno di loro e cerca di condividere con loro le piccole gioie quotidiane, i loro successi, ma soprattutto le lotte. Una tra queste, per esempio, è la scena del dentista che vede coinvolta Lilly.



La scelta di attori autistici

Gli otto personaggi facenti parte del gruppo di sostegno di Sam fanno parte del programma The Miracle Project che da anni cerca di coniugare in maniera completa cinema, teatro e arti espressive per le persone con disabilità. Come ha infatti dichiarato la fondatrice dell’associazione Elain Hall:

“Il che questo show televisivo abbia assunto attore che in realtà soffrono di autismo è pionieristico e davvero molto potente. Recitare è un grande equalizzatore dove quelli con e senza disabilità si uniscono e convivono.

Inoltre la produttrice ha aggiunto:

“Penso che sia stata una scelta potentissima anche per lo spettatore. La gente si connette con questi personaggi nonostante siano così specifici. Trovare l’amore, adattarsi ai cambiamenti, trovare se stessi sono tutte tematiche universali e i nostri attori sono riusciti a dare vita a qualcosa di veramente unico.”