[pj-news-ticker]

Dear White People 2 | Cosa ci riserverà questa seconda stagione?

In un intervista a Variety, Logan Browning, l’attrice che ha dato vita al personaggio di Sam White in “Dear White People” , torna un po’ a parlare di questa attesissima seconda stagione dando qualche piccola anticipazione su cosa potremo vedere sullo schermo.

Innanzitutto ha assicurato al pubblico che vedremo un’altra Sam White, non più come leader di un movimento, ma come essere umano.

“Nella prima stagione ero molto preoccupata nell’assumere il ruolo che ha reso famosa Tessa Thompson nel film del 2014. Ero davvero nervosa sulla mia versione di Sam. Il cast mi ha aiutato moltissimo in questa impresa. In questa seconda stagione penso di essermi lasciata andare.”

Di cosa parlerà questa seconda stagione?

Dear White People segue la vita di un gruppo di studenti del collage che ogni giorno si trovano ad affrontare radicati pregiudizi razziali nella loro struttura scolastica. La popolazione afro-americana dell’Armstrong Parker, un dormitorio tutto nero, dopo la protesta della prima stagione si ritrova nuove battaglie da combattere, tra cui per esempio i troll su Sam.

Come reagirà Sam White?

Lo scopriremo solamente venerdì 4 maggio, nel frattempo questa è stata una delle sfide attoriali più difficili a detta della Browning.

“Morivo dalla voglia di fare una commedia, e poi abbiamo ottenuto questo copione. Per me, anche se ha finito per essere tagliato e non in cinque minuti, è stata un’esperienza davvero soddisfacente.”

Ciò di cui Browning è più orgoglioso di “Dear White People”, tuttavia, è che lo show non sta solo spingendo i suoi personaggi in avanti in nuove trame, ma anche prendendo tempo per affrontare il trauma che hanno vissuto nella prima stagione.

“So che è PBS ha definito la storia rinfrescante, catartico ed educativo. Ogni giorno ti svegli e c’è qualcosa di nuovo da influenzarti, ma come ti senti riguardo a quella cosa che è accaduta a anno fa e chi sei per questo? Soprattutto con i giovani – non penso che ci rendiamo conto che i giovani stanno ricevendo le stesse notizie che siamo e stanno ancora sviluppando, quindi non posso immaginare di diventare un liceale con tutti questi titoli. Ecco perché apprezzo essere parte di questo spettacolo. Sembra un posto dove le persone possano connettersi. Abbiamo tutti a che fare con questo. “


Con noi rimanere sempre aggiornati è semplicissimo, iscriviti alla nostra pagina Facebook e condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.