Netflix: capo della comunicazione licenziato per espressioni razziste

Jonathan Friedland , storico capo della comunicazione di Netflix, costretto alle dimissioni a causa dell’utilizzo del termine dispregiativo “negro” sul luogo di lavoro.




“Abbiamo sperato si trattasse di un malinteso che non si sarebbe più ripetuto” ha dichiarato Hastings, amministratore delegato di Netflix.

Cosa è successo?

jonathan friedland

Come già anticipato, il capo della comunicazione di Netflix è stato allontanato a causa dell’utilizzo in due situazione di un termine dispregiativo nei confronti della comunità afro-americana.

L’amministratore delegato ha inviato a tutti i dipendenti una email in cui comunicava il licenziamento di Friedland a causa di inaccettabili commenti denigratori che non sono in linea con i valori aziendali.



Hastings ha descritto due situazioni in cui Friedland ha utilizzato la “N-word“.
La prima volta durante un PR meeting riguardante le parole sensibili da utilizzare; in questa situazione si scusò dopo che in molti gli dissero quanto fosse inappropriato il suo termine.
Il secondo episodio è avvenuto pochi giorni dopo, durante un incontro con due impiegati delle risorse umane che cercavano di aiutarlo a fronteggiare il reato originale, Friedland ha riutilizzato al stessa parola dispregiativa.

“Il secondo episodio ha confermato una mancanza di comprensione che mi ha convinto a licenziare Jonathan”, ha scritto Hastings. “Al primo incidente, avrei dovuto fare di più per utilizzarlo come momento di apprendimento per tutta l’azienda”.



“Ho bisogno di dare un esempio migliore imparando ed ascoltando di più, così posso essere il leader di cui abbiamo bisogno”.

Il tweet di Jonathan Friedland

Risultati immagini per Jonathan Friedland

Il primo a comunicare il licenziamento è stato proprio il protagonista che ha deciso di annunciare sui social la sua dipartita. “Lascio Netflix dopo 7 anni. I dirigenti sono stati corretti nel rispettare i valori aziendali, cosa che io non ho fatto quando ho utilizzato parole che offendono la comunità”.

Frindland, ex capo dell’ufficio di Los Angeles del Wall Street Journal noto per il suo essere pungente, ha detto in un secondo tweet di sentirsi orribile per il suo fallimento riversatosi sull’azienda e sullo staff.

Netflix si  è limitato a confermare il suo allontanamento, nient’altro.

Fonte: Deadline


Con noi rimanere sempre aggiornati è semplicissimo, iscriviti alla nostra pagina Facebook e condividi!

Greta Nicoli

Commentatrice seriale che tra un episodio e l'altro frequenta l'Università.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *