“Le Terrificanti Avventure di Sabrina” in verità non doveva essere una serie TV, scoprite perché…

Per chi non vedesse l’ora di unirsi a questa congrega di streghe deve assolutamente sapere che in realtà questa attesissima serie TV non doveva neanche nascere. Un colpo di fortuna ha permesso a Netflix di comprare il prodotto e produrne uno show.



In un’intervista ad Entertainment Weekly, lo showrunner Robert Aguirre-Sacasa ha rivelato che in realtà il personaggio di Sabrina doveva fare la sua comparsa in Riverdale di cui è il produttore.

“Durante la prima stagione di Riverdale, prima ancora che questa serie esplodesse e trovasse il suo terreno nel noir, crime e nel pulp, pensavamo di ambientare la storia nel fumetto di “Afterlife With Archie” che si concentra su un’apocalisse zombi.”

Letteralmente un cambio di genere che lo stesso Aguirre-Sacasa ha motivato:

“Sarà horror e Sabrina potrebbe diventare l’antagonista.”




Cosa ha fatto cambiare idea lo showrunner?

Il cliffhanger a fine prima stagione non sembrava adattarsi a questa nuova direzione e per questo motivo Robert ha cambiato completamente idea.

“Questo cambiamento e l’introduzione di Sabrina non sembrava adattarsi in pieno allo stile in cui ho diretto Riverdale. I fan della serie hanno infatti potuto identificare una sorta di Twin Peaks che incontra 90210. Così ho deciso di separare Greendale, la città della magia, dalla ridente Riverdale.”





Così lo showrunner ha subito pensato di ideare un film horror a basso budget completamente incentrato su Sabrina e le sue terrificanti avventure. La compagnia di produzione Get Out si trovò subito disponibile nel finanziargli il progetto. Poi l’idea si evolse in qualcosa di più mastodontico ed ecco che è entrata in gioco Netflix.

Adesso i fan avranno la possibilità di vedere questa streghetta prendere vita in una serie televisiva. Il 26 ottobre ci sarà infatti il debutto sulla piattaforma.

Noi non vediamo l’ora e voi?



Lascia un bel Like alla nostra pagina Facebook e aiutaci a crescere!