Netflix e la sua prima vittima: In India il primo ricovero per dipendenza

Nessuno se lo sarebbe mai aspettato, eppure in India è stato ricoverato il primo caso di “dipendenza da Netflix”.

Qualche giorno fa, un ragazzo di 26 anni si è presentato al National Institute of Mental Health and Neurosciences di Bangalore con gravi problemi alla vista, un forte senso di affaticamento e un disturbo del sonno che si protraeva da ormai sei mesi. Dopo svariate domande e visite, il giovane ha confessato di aver passato gli ultimi sei mesi della sua vita a guardare contenuti Netflix per ben 7 ore al giorno.



La dipendenza ha iniziato a farsi strada nella mente del ragazzo quanto, dopo aver perso il lavoro, si è rifugiato nel mondo delle serie TV per alleviare lo stress e la depressione fino a quando si è accorto di avere bisogno di aiuto.

Leggi anche:Netflix rescinde il contratto con Weinstein e Co. dopo gli scandali

È stato il dottor Manoj Kumar Sharma a confermare la diagnosi: l’uomo ha utilizzato i contenuti della piattaforma come metodo di evasione dalla pressione della famiglia e dalla depressione provocandosi gravi problemi fisici.



Questo si tratta di uno dei casi più gravi di dipendenza da binge watching, disturbo che rientra nella categoria delle dipendenze tecnologiche per le quali nel 2014 è stato istituita la prima clinica specializzata Service for Healthy Use of Technology all’interno della quale esperti del settore offrono sostegno ed incontri a tutti coloro che hanno problemi legati all’uso eccessivo della tecnologia.

Al momento il ragazzo si trova in questo istituto che con impegno e dedizione lo sta aiutando a riprendere in mano la sua vita tramite psicologi ed esperti nel trovare lavoro.



Lascia un bel Like alla nostra pagina Facebook e aiutaci a crescere!

Greta Nicoli

Commentatrice seriale che tra un episodio e l'altro frequenta l'Università.