Making a Murderer | 4 curiosità che forse non conosci


Sei sicuro di conoscere tutto su Making a Murderer? Vediamo se sai anche questo…

Abbiamo già parlato in un altro articolo di quello che abbiamo provato guardando questa docu-serie, oggi vogliamo capire quanto ne sai.

1.

La serie è stata apprezzata moltissimo anche nel mondo del cinema tanto che attori come Alec Baldwin, Rosie O’Donnell, Ricky Gervais e Rainn Wilson l’hanno tutti consigliata sul loro profilo Twitter.


2.

In seguito all’uscita del documentario,in molti hanno iniziato ad interessarsi al caso e sul Web sono state create moltissime campagne di raccolta firme per far si che Steven venisse scagionato.


3.

Nel 2003, Steven Avery viene rilasciato grazie ad una prova del DNA che lo scagiona da ogni accusa di stupro. Dopo 18 anni di carcere, ha richiesto alla contea un pagamento di 36 milioni di dollari come risarcimento ma la causa si chiude nel 2006 con un accordo per 400mila dollari.


4.

Il 12 agosto 2016, un giudice federale ha annullato l’ergastolo del nipote di Avery, Brendan Dassey, grazie anche al lavoro di Netflix nel ricostruire la vicenda. Dopo aver visionato l’interrogatorio del ragazzo, effettuato nel 2006, lo ha giudicato come involontario e quindi senza validità. Secondo i documentari della corte, è palese che gli inquirenti abbiano ottenuto una dichiarazione da parte del ragazzo attraverso metodi di coercizione.

Risultati immagini per Brendan Dassey


Con noi rimanere sempre aggiornati è semplicissimo, iscriviti alla nostra pagina Facebook e condividi!

Greta Nicoli

Commentatrice seriale che tra un episodio e l'altro frequenta l'Università.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.