USS Callister e Toy Story sono strettamente collegati per lo showrunner

347

Che vi sia piaciuto o meno, il primo episodio della quarta stagione di Black Mirror, USS Callister, è stato nominato agli Emmy Awards nella categoria come Miglior Film per la televisione. Il creatore ed ideatore Charlie Brooker, insieme ad Annabel Jones, ha deciso di svelare alcune chicche riguardanti la puntata e l’eventualità di un sequel o addirittura uno spinoff.

Come è venuta in mente l’idea?

USS Callister è una versione più aggiornata dell’angosciante episodio Playtest. Infatti lo stesso creatore ha dichiarato di essersi fortemente ispirato a quella realtà modificandone solamente la trama. La tecnologia sotto accusa in effetti è la stessa: un gioco in realtà virtuale.

Il genio e guru della tecnologia Robert Daly per sfuggire ad una realtà di derisioni e prese in giro crea un proprio universo parallelo prendendo spunto da Star Trek. In questo suo perverso gioco online controlla ed abusa di cloni digitali dei propri colleghi diventando una sorta di tiranno.



Oltre ai lampanti riferimenti alla lettura fantascientifica Charlie Brooker ha dichiarato che in verità in origine il titolo dell’episodio non doveva essere USS Callister, ma Adult Toy Story. Per ovvie ragioni però hanno dovuto cambiarlo.

“L’elemento Toy Story è nato in parte dall’idea stesso dello scenario che abbiamo progettato. Un individuo ha il potere assoluto in un regno virtuale e non appena escono dalla stanza tutti possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. In pratica ricorda molto la situazione in cui Andy lascia la propria stanza. I giocattoli fino a quel momento devono rispettare e comportarsi come tali, ma poi quanto lui non è in giro ecco che magicamente prendono vita.”

USS Callister e Toy Story sono strettamente collegati per lo showrunner 1

Eventuale sequel o spinoff




Questa tematica è ancora un tasto dolente ed incerto. Sarebbe sicuramente molto divertente, ma alla fine tutti gli episodi di Black Mirror si prestano ad un sequel.

“In effetti, ad essere sincero, la scena finale quasi sembra una presa in giro perchè apre un ventaglio di possibilità infinite. Ci sono talmente tante questioni irrisolte lasciate in sospeso. Però ripensandoci non abbiamo mai fatto un sequel e questo potrebbe portare anche una ventata d’aria fresca al nostro show.”

Cosa ci riserverà Black Mirror 5?

Charlie Brooker ha poi concluso l’intervista a THR anticipando qualche curiosità riguardanti la quinta stagione che è in corso di lavorazione.

“Stiamo sperimentando nuovi generi. Cerchiamo di fare cose nettamente diverse rispetto a quelle cui il pubblico è abituato a vedere.”

In parole povere la prossima serie di episodi sarà completamente nuova e diversa. Dunque non ci resta che aspettare impazienti che Black Mirror esca.

USS Callister e Toy Story sono strettamente collegati per lo showrunner 2