Le 5 sigle Netflix impossibili da skippare

Chiamate anche opening credits, le sigle delle serie Tv stanno assumendo sempre più importanza non solo perchè sono visibilmente fatte bene, ma soprattutto per la loro innata capacità di staccarci completamente dalla realtà e catapultarci in quel magico mondo al quale stiamo per assistere.

Negli ultimi anni, a quella manciata di pochi secondi si è data sempre più importanza al punto da diventare una vera e propria nuova forma di espressione artistica. Spesso hanno la capacità di condensare la trama e qualche volta di svelarne i dettagli nascosti.

Per questi motivi, noi di Getflix abbiamo deciso di analizzare attentamente la maggior parte delle sigle televisive delle serie originali Netflix classificandole in base ai nostri gusti.

Ecco a voi di seguito, la nostra personalissima lista delle 5 sigle impossibili da skippare.

5. GRACE & FRANKIE

Questo è un intro divertente ed ironico capace di raccontare, tramite computer grafica, quello che risulta essere la premessa principale dello show. Grazie ad una sequenza simpatica ed eloquente, le statuine nuziali dei vari personaggi riassumono in neanche un minuto l’intera situazione. Il tutto è ovviamente accompagnato dalla splendida cover di “Stuck in the Middle with you” ad opera di Grace Potter. Una volta ascoltata difficilmente sarà possibile levarvela dalla testa.

4. UNBREAKABLE KIMMY SCHMIDT

Unbreakable!

They Alive, Damnit!

It’s a miracle

Unbreakable!

They Alive, Damnit!

But Females are strong as hell.

Tratto dall’intervista di uno dei testimoni oculari è subito diventato virale. Una canzone che difficilmente è possibile saltare perchè appena l’ascolti ti mette subito di buon umore.

3. ORANGE IS THE NEW BLACK

Una carrellata di visi accompagnati dalla colonna sonora “You got time“, scritta appositamente per l’occasione. A rendere caratteristico questo intro sono i diversi particolari che vengono mostrati in neanche un minuto di canzone: volti, sguardi, bocche e mani di reali detenute. Tra i cameo è possibile infatti individuare anche le fattezze della vera Piper, autrice del romanzo cui prende ispirazione la serie.

2. UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI

Look away, look away

Look away, look away

This show will wreck your evening​, your whole life, and your day

Every single episode is nothing but dismay

So, look away

Look away, look away

Oltre a rimanere impressa nella mente dello spettatore, questa particolare sigla svolge anche un ruolo estremamente importante ai fini della comprensione della storia. Essa contiene al suo interno numerosi easter eggs. Per questo motivo è altamente sconsigliato saltarla dal momento che non si ripete mai puntata dopo puntata. Un orecchio attento, infatti, è in grado di percepire che talvolta le parole pronunciate da Neil Patrick Harris cambiano man mano che la trama si infittisce.

1. NARCOS

A vincere il titolo della sigla Netflix più bella di sempre, secondo Getflix, è proprio quella di Narcos. Una volta che parte la canzone “Tuyo” di Rodrigo Amarante si pensa subito a Pablo Escobar, al cartello di Medellin e alla Colombia.

Soy el fuego que arde tu piel

Soy el agua que mata tu sed

El castillo, la torre yo soy

La espada que guarda el caudal…

Banner link
BannerPNI

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.