[pj-news-ticker]

Black Mirror 4 | Crocodile

Dopo un primo e un secondo episodio un po’ deludenti perchè mancavano di mordente, quella caratteristica che rende indimenticabili le puntate di Black Mirror, abbiamo deciso di andare lo stesso avanti nella nostra visione con il terzo racconto: Crocodile.

Per la prima volta veniamo catapultati tra le fredde montagne del Nord Europa, per la precisione siamo in Islanda. Mia e Rob, di ritorno da una nottata di divertimento, investono accidentalmente un ciclista che viaggiava a bordo strada e al posto di denunciare il fatto alla polizia, decidono di disfarsi del cadavere gettandolo in un lago ghiacciato.

Dopo un po’ di anni, la vita di Mia ha preso una piega completamente diversa, è, infatti, diventata un noto architetto, una madre amorevole e una moglie fedele. Tutto sembrava andasse per il meglio fino a quando, una sera, le fa visita Rob che le confessa di voler denunciare il proprio segreto alla polizia così da calmare i sensi di colpa che l’hanno tormentato per tutti questi anni. Ovviamente Mia non è d’accordo e cerca in tutti i modi di dissuaderlo da questa pazza idea, ma l’unica soluzione possibile è appunto quella di liberarsi di quell’uomo.

BLACK-MIRROR-CROCODILE-3

Nel frattempo Shazia, un’agente assicurativo che indaga su possibili frodi, è stata incaricata di fare luce su un incidente svoltosi proprio sotto le finestre dell’hotel di Mia prima che compisse l’omicidio. Così, armata di uno speciale marchingegno in grado di visionare i ricordi delle persone, si presenta il giorno dopo a casa sua per scrutare quanto l’architetto abbia effettivamente assistito all’incidente. Ovviamente viene mostrato più di quello necessario per le indagini e Mia è costretta ad uccidere anche lei e qualsiasi altro testimone. 

COSA NE PENSA GETFLIX? VOTO 4

Non ci siamo ancora! Con questo episodio Black Mirror fa letteralmente un grosso passo indietro e ci ripropone qualcosa che sa di già visto e rivisto. La possibilità di accedere e monitorare i ricordi delle persone e la violazione della privacy nella testa degli altri sono due concetti ampiamente ripetuti all’interno della serie. Dove l’abbiamo già visto?

Entrambi sono stati i protagonisti del terzo episodio della prima stagione: The Entire History of You con l’unica e sostanziale differenza che la tecnologia in questo racconto gioca un ruolo fondamentale, anzi è proprio il motore che scatena questa irrazionale gelosia. Al contrario in Crocodile, il dispositivo in grado di visionare i ricordi è solamente un accessorio ininfluente alla trama perchè sia che ci fosse stato o meno la protagonista avrebbe agito in ugual misura.

La storia, inoltre, manca di originalità e pecca di prevedibilità. É fin troppo evidente come andrà a concludersi e quali saranno le conseguenze delle azioni di Mia, e proprio per questo motivo che la narrazione perde completamente il suo fascino.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere in un commento!

Banner link

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.