Gerald’s Game | Un week end romantico da “paura”

Prima dell’arrivo di IT nelle nostre sale, Stephen King silenziosamente già si stava impadronendo di Netflix.
La serie tv The Mist pur presentandosi bene, era stata un pò per tutti una delusione, stesso si può dire per il film La Torre Nera (non presente in streaming su Netflix purtroppo), ma Il gioco di Gerald tratto dall’omonimo libro del 1992 si è rivelato un vero capolavoro, diretto dal magistrale Mike Flanagan.
Un cast d’eccezione, un’ottima sceneggiatura e, soprattutto, la tensione che aumenta scena dopo scena.

La fuga romantica di Jesse e del marito Gerald, alla ricerca dell’intimità sessuale ormai persa, li porta in un appartamento su un lago, molto isolato e silenzioso, privo di distrazioni.
Si capisce subito che i due hanno ormai esaurito gli anni romantici del loro matrimonio: Gerald si serve di parecchie pillole di Viagra, per annullare la sua impotenza, e le fantasie che vorrebbe attuare sulla moglie vanno ben oltre quello che lei può accettare.
Jesse non è certo a suo agio ammanettata al letto e fantasmi di un trauma passato fuoriescono impedendole di accontentare il marito.

Il film entra nel vivo quando Gerald viene colto da un’infarto e Jesse rimane bloccata.
E’ da qui che la tensione comincia a crescere e ci ritroveremo, senza rendercene conto, a trattenere il respiro e pregare che vada tutto bene, mettendoci nei panni della protagonista.
Una donna fragile, ma nello stesso tempo impavida, che deve lottare per la propria sopravvivenza e sforzarsi di non lasciarsi andare alla disperazione.
Una lotta contro il tempo resa più intensa dalle continue allucinazioni e flashback, che la faranno entrare in contatto con se stessa, in continue conversazioni con la Jesse interiore, la Jesse forte (ed infine anche con la Jesse bambina), che le farà capire come affrontare quella situazione.
A completare il tutto, deliziosi momenti ansiogeni e lunghe pause che condiscono il background horror del film.

Per gli amanti di Stephen King: cosa ci aspettiamo di vedere in futuro?
Se non consideriamo il fenomeno di IT, o le varie serie tv di cui abbiamo parlato prima, ci sono alcuni progetti in ballo.
Sul grande schermo vedremo Children of the corn e il secondo capitolo di IT, mentre per quanto riguarda le serie tv è in programma l’attesissima Castle Rock in cui dovrebbe essere contenuto tutto l’universo di Stephen King.

Continua a seguirci, clicca sul banner e metti Like!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *