Giffoni Film Festival: Amber Heard e la sua voce per le donne

0
164
Amber Heard Giffoni
Amber Heard, attrice ed attivista del MeToo, ci racconta come le donne devono rivoluzionare il mondo.

Bellissima come sempre, Amber Heard, la principessa Mera di Aquaman, è tra gli ospiti internazionali del Giffoni Film Festival. Il film con Jason Momoa è considerato uno dei maggiori successi della Warner Bros., dal momento che ha ottenuto un incasso di 1.4 miliardi di dollari al botteghino!

Chi è Amber Heard?

Il primo ruolo importante è in North Country- Storia di Josey. Poi è la volta di Pineapple Express, per la cui interpretazione riceve nel 2008 un Young Hollywood Award.

Nel 2009 recita in Benvenuti a Zombieland, altro successo al botteghino, mentre l’anno successivo viene diretta da John Carpenter in The Ward- Il reparto. Nel 2013 recita accanto a Harrison Ford, Gary Oldman e Liam Hemsworth in Il potere dei soldi. Tra gli ultimi successi a cui ha preso parte ricordiamo, infine, The Danish Girl (2015).

Leggi anche: Ryan Murphy e la nuova serie Netflix sul MeToo

Amber Heard non è soltanto un’attrice di grande talento e bellezza, ma è anche un’attivista e filantropa, impegnata a difendere i diritti della comunità LGBTQ, delle donne e dei bambini. Dal 2006 collabora con Human Right Campaign, Equality Now e con Amnesty International. Recentemente, è stata nominata Ambasciatrice ACLU per i diritti delle donne.

La conferenza a Giffoni: Le donne devono far sentire la propria voce!

Eravamo presenti anche noi alla conferenza stampa dell’attrice tenutasi ieri a Giffoni. Le parole di Amber sono forti, d’incoraggiamento e di motivazione rivolte a tutte le donne. Sono parole dette con amore e speranza che fanno venire la pelle d’oca. Eccole riportate per voi, nella speranza che siano d’ispirazione per tutti.

In merito alla violenza sulle donne e al movimento #metoo, l’attrice ha dichiarato: 

Il movimento #metoo iniziò 16 anni fa e sono 16 anni che lo conosco e mi relaziono con esso, ma i cambiamenti più radicali sono stati solo recenti. Sono 15 anni che parliamo di un fenomeno vergognoso a Hollywood: il gender paid gap, cioè il divario di salario tra uomini e donne. Sono cose che devono essere costantemente menzionate, soprattutto ora che possiamo far sentire la nostra voce.

Anche noi, in quanto professionisti dello storytelling, abbiamo il dovere di mandare questi messaggi, di migliorare a poco a poco la società attraverso lo storytelling. Ammiro moltissimo gli uomini che partecipano a questi movimenti, perché non lo fanno in relazione a un problema femminile, ma che interessa la società intera. Questo è importante, perché se ancora oggi per raggiungere un obiettivo devo scavalcare qualcun altro, allora c’è qualcosa che non funziona. Sono queste le sfide che non solo io, ma tutti, dobbiamo raccogliere. C’è ancora molto lavoro da fare”.

Alla domanda su cosa stia cambiando a Hollywood con l’avvento delle nuove serie e di nuovi fenomeni del cinema, l’attrice ha così risposto:

Hollywood è un sistema molto progressista, è una macchina ben oleata e collaudata. Chi ha avuto e ha potere a Hollywood di poter scegliere e dirigere qualunque aspetto della produzione, non vuole cambiare nulla di questa macchina, quindi, dov’è il cambiamento? In questi movimenti che stanno nascendo e spingono al cambiamento, non solo in Italia ma in tutto il mondo. Oggi, una manifestazione non resta circoscritta al luogo in cui avviene, ma può essere condivisa da tutti.

Questa condivisione ci dà la possibilità di partecipare al cambiamento. In questo discorso si inserisce anche il discorso sulle piattaforme, su cui è possibile vedere nuovi contenuti: hanno democratizzato la produzione, ci danno la possibilità di scegliere cosa vedere.

Si toglie, così, potere a tutte le rotelle di quel meccanismo che ha girato sempre nello stesso modo, abbiamo il potere di creare un mondo alternativo, per ampliare e diversificare la produzione e la fruizione dell’intrattenimento, per aver maggiore possibilità di scelta e a contribuire alla lotta contro le ineguaglianze e ingiustizie”.

Ancora sul ruolo delle donne nel cinema, Amber Heard ha dichiarato:

Quanti film hanno come protagonisti bei ragazzi che salvano la ragazza di turno. Siamo arrivati al punto di dire “stiamo scherzando?!”. Ci sono altrettante storie di donne, di donne vere, reali, che non sono state ancora raccontate, che non abbiamo condiviso abbastanza, ma ora possiamo farlo. Ci sono delle gemme, delle pietre preziose, ancora nascoste. Pensiamo agli scavi da cui sono state tratte scoperte meravigliose, come la città di Petra.

Leggi anche: Jessica Jones 2: Perchè è uscita proprio l’8 marzo?

Anche qui c’è da scavare, da indagare, da portare alla luce le storie di tante donne di cui non si sa nulla, perché il sistema ha voluto così, ma ora le cose stanno cambiando, stiamo cambiando le regole. Ci stiamo attivando e continueremo a farlo, finché avremo una penna, una telecamera.

Voglio che i miei fratelli e sorelle le ascoltino, perché sono storie di donne realmente esistite, come Caterina la Grande, di cui solo una produzione indie indipendente ha realizzato un film sulla sua vita. Com’è possbile? È stata una figura femminile importante della storia, un leader. Finalmente, stanno producendo una serie su di lei! E ben vengano altre milioni di altre storie così, che il mondo e, soprattutto, i ragazzi devono conoscere”.

Parlando di qualche progetto futuro, l’attrice ha rivelato di prendere parte a una nuova serie: L’ombra dello scorpione:

Sono eccitatissima all’idea di fare questa serie, la cui produzione inizierà l’anno prossimo. Sono appassionata di questo genere, davvero, non sto nella pelle all’idea di lavorarci. Sarà veramente intenso”.

Dopo la conferenza con i giurati e la stampa, l’attrice sarà premiata con il Giffoni Experience Award.

Grazie al suo impegno umanitario, Amber Heard è stata nominata Campionessa dei diritti umani dell’Ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite.

Continuate a seguire la nostra pagina Instagram per scoprire chi saranno i prossimi ospiti del Giffoni Film Festival!


Lascia un bel Like alla nostra pagina Facebook e aiutaci a crescere!