Godless | 3 buoni motivi per vedere questa mini-serie TV

Il tempo è sempre meno e Netflix, lo so, non ha ancora capito che bersagliandoci di novità rende la nostra vita ancora più asociale di prima. Domani, mercoledì 22 novembre, debutterà sulla piattaforma Godless, la prima miniserie originale western e ovviamente non possiamo non perdercela.

Siete indecisi e non sapete se vederla? Se già questo nuovissimo trailer non vi ha convinto del tutto, noi di Getflix abbiamo deciso di aiutarvi nella scelta elencandovi 3 validi motivi per cui iniziare a vedere questo piccolo gioiellino originale Netflix.

1. PRODOTTA DA STEVEN SODERBERGH

Ebbene sì, il premio Oscar alla regia per Traffic ha creato questo piccolo gioiellino e non potete assolutamente perdervelo. Il regista è autore di numerosi capolavori come Sesso, bugie e videotape, con il quale vinse la Palma d’Oro al Festival di Cannes, Erin Brockovich, altra nomination all’Oscar, Magic Mike e tutta la saga di Ocean’s. 

 2. WESTERN TUTTO AL FEMMINILE

Quando pensiamo al genere western ci vengono in mente o i grandi classici di John Ford oppure gli Spaghetti Western con l’intramontabile Clint Eastwood. In pratica un genere esclusivamente maschile che racconta dal punto di vista maschile, una società maschilista dove solamente gli uomini si scontrano tra di loro. Godless non sarà così, anzi il contrario. Il protagonista troverà rifugio nella tranquilla La Belle, una cittadina diversa dalle altre esclusivamente abitata da donne. Infatti, a seguito di un incidente minerario che ha ucciso tutti gli uomini, ad abitarla, ma soprattutto a proteggerla, sarà compito esclusivo delle donne.

3. MICHELLE DOCKERY

La nostra amata Lady Mary Crawley è tornata di nuovo in televisione, questa volta però ha abbandonato i suoi fatiscenti abiti per interpretare una vedova del West armata di fucile. La vedremo in un ruolo completamente diverso rispetto cui siamo abituati, sarà all’altezza delle nostre aspettative? Domani staremo a vedere!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.