Okja | La favola moderna di Bong Joon-ho

0
221

Mija è una giovane contadina di campagna che è cresciuta insieme ad Okja, un maiale geneticamente modificato. Insieme hanno condiviso ogni momento della loro vita creando un legame di amicizia inseparabile. Infatti, quando l’animale viene reclamato dalla multinazionale che l’ha ideata, la bambina decide di intraprendere un lungo viaggio pur di liberarlo.

Okja è una favola moderna che porta sul piccolo schermo una storia di amicizia semplice e pura che sotto certi versi ricorda molto lontanamente le vicende spielberghiane come E.T. Come tutte le favole, ovviamente, racchiude tra le sue righe una piccola morale.

Cosa hanno da insegnarci una ragazzina e un maiale gigantesco?

Un film apparentemente innocuo che per come è strutturato vuole essere la classica favola con un lieto fine, ma tuttavia cela al suo interno una forte critica alla società. In questo Bong Joon-ho è bravissimo, prende in giro tutti, nessuno si salva dalle grinfie satiriche del regista coreano: le grandi corporation alimentari, i ribelli animalisti e il pubblico lobotomizzato. Nel suo intento di satira della società odierna, Okja è spettacolare a partire dalla macelleria, dalle fisse degli attivisti “per bene”, alle persone che scappano da un maiale gigante, ma nel farlo si fanno i selfie.

Ambientato in un futuro utopico, dove il cibo sulla terra continua a scarseggiare, Okja muove una dura denuncia al consumismo, agli allevamenti intensivi e alle policy delle multinazionali alimentari. Ma è davvero così lontana come realta?

Ad opporsi a tutto ciò è proprio Mija che decide di recarsi in città per far valere un suo diritto, per reclamare qualcosa e combattere da sola contro un sistema più grande e più forte di lei. Non è l’eroina che siamo soliti trovare nei film, lei con i suoi vestiti fuori moda, il suo volto paffuto, le sue gote rosse e la sua ingenuità vi stregherà e vi scalderà il cuore. Da sola contro tutti. Riuscirà alla fine della sua rocambolesca avventura nel suo intento di salvare il suo amico?

Ecco l’unica critica che muoviamo a Bong Joon-ho riguarda la scarsa caratterizzazione dei personaggi di contorno. Okja vanta di un cast spettacolare tra cui grandi nomi dello star system come Tilda SwintonJake Gyllenhaal, Paul Dano e Giancarlo Esposito.  Dei veri e propri fenomeni della recitazione che si alternano in comparse di pochi minuti. I loro personaggi sono caratterizzati da macchiette rese sterili da un mancato approfondimento in fase di scrittura.

Lo consigliamo? Assolutamente sì.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here