Oscars 2020: tutti i vincitori della notte più attesa di sempre

0
202

Nella notte tra domenica 9 e lunedì 10 febbraio si sono svolte a Los Angeles le premiazioni più attese dagli amanti del Cinema: gli Academy Awards, meglio noti anche come Oscars. Noi di Fuori Series riassumeremo in questo articolo tutti i vincitori di questa fantastica giornata. Allacciate bene le cinture!

Entra nella Community!

*obbligatorio

Parasite sbanca alla cerimonia ed entra nella storia

Non se lo aspettava nessuno eppure è successo. Il film del regista sudcoreano Bong Joon-Ho ha ottenuto ben 4 statuette per Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Sceneggiatura Originale e Miglior Film Internazionale contro una concorrenza spietata che vantava i nomi quali Quentin Tarantino, Martin Scorsese, Sam Mendes oltre a Greta Gerwig e Todd Philips.

Parasite è ufficialmente entrato nella storia degli Academy Awards in quanto si tratta del primo film non recitato in lingua inglese ad ottenere questo riconoscimento. Un grandissimo successo per tutta la produzione mondiale.

Le vittorie di attori e attrici confermano la tendenza

Le vittorie di Joaquin Phoenix per Joker, Brad Pitt per C’era una volta a..Hollywood, Reneè Zellweger per Judy e Laura Dern per Marriage Story erano ampiamente pronosticabili soprattutto dopo che gli stessi avevano ottenuto grandi riconoscimenti anche in premiazioni precedenti alla notte degli Oscars.

Leggi anche: Marriage Story: scene di un matrimonio in crisi

Tarantino vince per la scenografia, 1917 ottiene 3 premi tecnici

Il film bellico di Sam Mendes ha ottenuto i premi per Miglior Sonoro,Migliori Effetti Speciali e Miglior Fotografia,il film di Tarantino ottiene il premio per la miglior scenografia grazie alla minuziosa ricostruzione della Hollywood anni ’60.

Il Miglior Film d’Animazione è (nuovamente) targato Disney!

Lo speravamo tutti, ma purtroppo la casa di Topolino continua ad ottenere riconoscimenti per i suoi film. Amarezza perchè tutto specialmente perchè quest’anno tra gli sfidanti c’erano a scapito di due meravigliose produzioni Netflix Klaus e Dov’è il mio corpo?. A quanto pare però il ritorno degli amatissimi personaggi nel quarto capitolo del franchise sembra aver colpito dritto nel cuore dell’Academy.

Leggi anche: Klaus: Sergio Pablos incanta tutti raccontando i segreti del Natale

Altri premi equamente distribuiti..

Oltre al premio per il Miglior Attore Protagonista, Joker ha ottenuto anche quello per la miglior colonna sonora di Hildur Guðnadóttir, Le Mans 66-La grande sfida (Ford v Ferrari) ha vinto la statuetta per il miglior montaggio sonoro. Il bellissimo Jojo Rabbit di Taika Waititi ha vinto per la Miglior Sceneggiatura Non Originale, Bombshell, film sullo scandalo Fox News con Margot Robbie e Nicole Kidman, ha vinto per il Miglior Trucco e Piccole Donne ha ottenuto la statuetta per Migliori Costumi.

Inoltre hanno ottenuto una statuetta Hair Love, The Neighbors Window hanno ottenuto il premio rispettivamente per Miglior Corto Animato e Miglior Cortometraggio. Made in USA e Learning to Skateboard in a Warzone (If You’re a Girl) per Miglior Documentario e Miglior Cortometraggio Documentario.

Gli eccellenti sconfitti di questa edizione

Per concludere vorrei ricordare i grandi esclusi dalle premiazioni: in primis il The Irishman di Martin Scorsese che a fronte di ben 10 candidature è tornato a casa a mani vuote. Sul fronte degli attori è impossibile non citare Scarlett Johanson che nonostante la doppia candidatura per Miglior Attrice Protagonista in Storia di un Matrimonio e Miglior Attrice Non Protagonista in Jojo Rabbit non ha ottenuto niente fuorché una pacca sulla spalla.

Vuoi rimanere sempre aggiornato? Segui Fuori Series!