Retribution | La recensione

Retribution è una miniserie poliziesca ricca di tensione e dolore che fa riflettere molto sulle dinamiche famigliari e sui segreti che si celano all’interno.
Nonostante sia stata prodotta nel 2016, Retribution è arrivata in Italia da poco portando sul piccolo schermo, senza mezzi termini, quanto possano essere terrificanti le azioni ed i segreti dell’uomo.


Al centro delle quattro puntate c’è la storia di Adam e Grace, due neo sposini cresciuti nelle Higlands scozzesi trovati entrambi morti nella loro casa di Edimburgo appena dopo la luna di miele, e delle loro due famiglie, gli Elliot e i Douglas.
Questi ultimi, dopo esser venuti a conoscenza della morte dei rispettivi figli, si ritrovano a stretto contatto con il presunto assassino della coppia che, durante una notte di bufera, va fuori strada e finisce nella loro proprietà.
La situazione in cui si viene catapultati non è sicuramente una delle più leggere. Due famiglie straziate dal dolore causato dalla perdita dei figli devono prendere una decisione che segnerà per sempre le loro vite ed i loro rapporti: vendicarsi o lasciare che la giustizia faccia il suo corso e quindi aiutare l’uomo?
Riuscirete a trovare una risposta solamente guardando la serie TV, ma prima di dirvi che ne pensiamo vorremmo che voi rispondeste a questa domanda: voi che avreste fatto?
 
voto 7 2.jpg
Non è perfetta.
La storia è coinvolgente e ricca di colpi di scena, ma nonostante ciò ci sono tanti piccoli dettagli che a volte rendono un pochino forzata la trama. Inoltre, la parte sulla vita privata della detective poteva essere evitata perché, noi crediamo, sia irrilevante per la buona riuscita della serie.
 
Speriamo che questa recensione vi sia piaciuta. Con noi rimanere sempre aggiornati è semplicissimo. Iscrivetevi alla nostra pagina Facebook!
Banner link

Greta Nicoli

Commentatrice seriale che tra un episodio e l'altro frequenta l'Università.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.