Suburra | Tre ragazzi alla conquista di Roma

Dopo aver passato un intero week-end a vederci tutti e dieci gli episodi di Suburra possiamo finalmente dire: DATECI IMMEDIATAMENTE UNA SECONDA STAGIONE!!

Suburra - La Serie

Presentata in anteprima alla 74esima Mostra del Cinema di Venezia, Suburra – La serie è approdata sul palinsesto Netflix solamente venerdì scorso. Prima serie originale italiana, si porta dietro un fardello enorme, ossia rendere appetibile a tutto il mondo un carattere distintivo della serialità italiana di genere: la criminalità. Ci è riuscito? Questo tocca a voi dircelo.

Abbiamo già iniziato a recensire il pilot di questo prodotto nel seguente articolo, quindi senza ripetermi ulteriormente eviterei di dilungarmi sulla trama e iniziare ad analizzare la serie in tutta la sua generalità e complessità. Da questo momento dunque, se non avete ancora finito la visione di Suburra, dovrete stare molto attenti ai possibili spoiler.

Suburra - La Serie

Vaticano, politica, malavita e mafia si intrecciano tra di loro in un circolo vizioso cui cercheranno di prendere parte anche il magico trio. Una trama caratterizzata da conflitti interiori, incomprensioni famigliari, sentimenti di rivalsa e corruzione che faranno maturare i protagonisti e faranno compiere loro determinate scelte, alcune volte anche sofferte. Prima di tutto emerge il difficile rapporto dei protagonisti con le proprie figure paterne, anche se nel caso di Spadino è fraterno, dalle quali tutti cercano di evadere e di distaccarsi per cercare una propria indipendenza. Un rapporto di odio che si trasforma in amore dal momento in cui viene a mancare questa persona perchè alla fine la perdita di un punto di riferimento e di un mentore segna chiunque nel profondo. Da ciò si innescano i diversi sentimenti di gelosia, una serie di tradimenti e di doppi giochi che portano alla completa maturazione dei personaggi. Si aggiungono, inoltre, anche temi secondari quali l’omosessualità di Spadino, la corruzione del vaticano e dello stato e la dissoluzione dei costumi ecclesiastici. In poche parole, Suburra è proprio un bel minestrone di tematiche! 

Santa e dissoluta, Roma ama e non perdona. Roma ti divora come un barracuda.

 

Ogni episodio è strutturato nel medesimo modo così da spingere lo spettatore a non fermarsi mai e a continuare assiduamente nella fruizione. Tutto inizia con evento eclatante che, tramite la tecnica del flashback, viene spiegato dettagliatamente come si è giunti fino a quel preciso momento. Un lavoro minuzioso e dettagliato fatto di scelte e azioni che vanno a definire la struttura della storia. Ricordatevi sempre che nell’universo di Suburra ad ogni azione equivale una reazione uguale e contraria. Non a caso sarà proprio Aureliano ad uccidere a colpi d’arma da fuoco il padre di Lele dopo che lui nel quarto episodio ha fatto fuori il signor Adami.

Suburra - La Serie

I protagonisti sono tre giovani molto fragili, disposti a tutto pur di raggiungere il potere massimo. Sono tre universi completamente diversi che si incrociano tra di loro, quasi per caso, generando una nuova forza di ambizioni, speranze e sogni. Un’amicizia assai flebile, poco duratura che si incrina subito perchè in un mondo dove la corruzione regna sovrana e  dove ognuno cerca il proprio interesse non può esserci spazio per la lealtà e la fiducia. Magistrale è l’interpretazione degli attori, specialmente di Numero 8 e di Spadino, rispettivamente Alessandro Borghi e Giacomo Ferrara. Aureliano e Alberto, così diversi ma allo stesso tempo così simili, entrambi soffocati dalla propria famiglia, cercano di ottenere la loro personale rivincita e mostrare a tutti di che pasta sono fatti.

Ecco magari i primi due episodi non rendono completamente l’idea di quello che Suburra in realtà sia. Sono lenti perchè ci devono introdurre in un mondo nuovo, ma seguite il nostro consiglio, non fermatevi all’apparenza, questa serie deve essere sviscerata e vedrete che come arriverete alla fine che non desidererete altro che sapere come vada avanti.

La consigliamo? ASSOLUTAMENTE SÌ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.