Why did you kill me? La vera storia di Crystal Theobald

109

Il 14 aprile fa il suo debutto Why Did you Kill me? il nuovo documentario targato Netflix che fa luce sulle vicende di Crystal Theobald. Vediamo insieme la sua storia!

Why Did You Kill Me? ha fatto il suo debutto sulla piattaforma di streaming americana concentrandosi sulle vicende di Crystal Theobald, una ragazza di 24 anni uccisa a colpi d’arma da fuoco nel febbraio del 2006. Il documentario, infatti, esplorerà nel dettaglio come la madre della vittima abbia utilizzato i social media, in particolare MySpace, per rintracciare le persone che riteneva responsabili dell’accaduto.

Partiamo però per gradi e cerchiamo prima di tutto di capire le dinamiche che hanno portato alla morte della ragazza, ma soprattutto come mai si è decisa di fare letteralmente una caccia all’uomo tramite Internet. La questione posta al centro del nuovo documentario riguarda principalmente la seguente domanda: dove finisce la giustizia ed ha inizio la vendetta?

Why Did You Kill Me? | Sito ufficiale Netflix

Prima di continuare nella lettura mi piacerebbe invitarti nel nostro canale Telegram dedicato a tutte le news sul mondo Netflix. Iscriviti a NEWS NETFLIX ITALIA e rimani sempre aggiornato in tempo reale sulle tue serie tv e i tuoi film Netflix preferiti! Non preoccuparti, non è un canale esclusivo, lo abbiamo esteso anche a Disney Plus e Amazon Prime Video!

Why did you kill me? La vera storia di Crystal Theobald 1

La morte di Crystal Theobald

Nel febbraio del 2006 Crystal Theobald, madre di due figlie, rimase vittima di una rappresaglia da parte di una gang di strada. La sua auto fu avvicinata ad Arlanza, un quartiere di Riverside in California, e fu disseminata da proiettili. Uno di questi colpì la donna in testa che morì praticamente sul colpo. Tra i testimoni della vicenda, oltre al compagno ferito, ci fu anche Belinda Lane, la madre, che da quel momento non ha mai smesso di dare la caccia all’assassino.

L’attacco a bordo del SUV era nato per vendicare uno sparo ad inizio giornata. A destare stupore fu la completa estraneità dei fatti di Crystal Theobald. La ragazza di 24 anni infatti non era coinvolta in nessuna attività illecita e non ha mai avuto niente a che fare con la banda di criminali rivali. Dunque perché fu presa di mira proprio la sua auto?

The Chilling True Story Behind Netflix's Why Did You Kill Me?

Non è chiaro se l’omicidio sia stato il frutto di un caso di identità errata o se volevano mirare proprio a lei. Una possibilità da non dare per scontato dal momento che questa famigerata banda di criminali era nota per coinvolgere innocenti senza che questi avessero reali legami con la criminalità organizzata.

Leggi anche: Chi è Charles Sobhraj? Il protagonista di The Serpent!

Le indagini di Belinda Lane

Dopo la morte della figlia, Crystal Theobald, Belinda Lane non si dà pace: vuole a tutti i costi scovare l’assassino. Così chiede aiuto alla nipote esperta di MySpace, che a quei tempi era il social media più utilizzato dai giovani, per creare account falsi e contattare i membri della gang. Uno si chiamava Crystal come la vittima altri invece avevano nomi fittizi, ma come immagine di profili c’erano le foto della ragazza.

La donna, dietro a queste personalità inventate, riuscì a raccogliere sufficienti prove per individuare la gang e processarla. In particolare, fu capace di indirizzare la polizia verso William Sotelo che però fuggì in Messico per oltre 10 anni.

Why Did You Kill Me? La vera storia dell'omicidio di Crystal Theobald

Rimani ancora con noi e scopri i nomi dietro a questo terribile omicidio!