FIRST LOOK | The Midnight Sky

441

George Clooney sarà il protagonista di The Midnight Sky il nuovo film originale Netflix che debutterà il 23 dicembre. Scopriamo insieme qualche dettaglio in più!

Basato sul romanzo statunitense “La distanza tra le stelle” della scrittrice Lily Brooks-Dalton, The Midnight Sky farà il suo debutto su Netflix il prossimo 23 dicembre. Il film vedrà il celebre George Clooney nel doppio ruolo di attore protagonista e di regista. Riuscirà a soddisfare le aspettative degli utenti?

Prima di continuare nella lettura mi piacerebbe invitarti nel nostro canale Telegram dedicato a tutte le news sul mondo Netflix. Iscriviti a NEWS NETFLIX ITALIA e rimani sempre aggiornato in tempo reale sulle tue serie tv e i tuoi film Netflix preferiti! Non preoccuparti, non è un canale esclusivo, lo abbiamo esteso anche a Disney Plus e Amazon Prime Video!

FIRST LOOK | The Midnight Sky 1

Di cosa parla The Midnight Sky?

Il film racconta la storia di Augustine, un uomo intenzionato a mettersi in contatto con alcuni astronauti per avvertirli delle condizioni del pianeta Terra. Stando infatti alla sinossi fornita dalla piattaforma di streaming The Midnight Sky è un “racconto postapocalittico che segue le vicende di uno scienziato solitario nell’Artide che cerca di impedire a Sully ed ai suoi colleghi di rientrare sulla Terra. Il motivo? Il pianeta sta vivendo un misterioso momento catastrofico.”

Oltre a George Clooney, il cast di The Midnight Sky è ricco di nomi famosi sia sul piccolo che sul grande schermo. Tra questi infatti figurano Felicity Jones, David Oyelowo, Kyle Chandler, Demián Bichir, Tiffany Boone e la piccola Caoilinn Springall.

Il doppio ruolo di Clooney

In un’intervista durante il seminario online all’EnergaCamirange Film Festival, George Clooney si è lasciato andare ad alcune dichiarazioni riguardo al suo doppio ruolo, ma soprattutto alle sfide che l’intera troupe ha dovuto affrontare durante la realizzazione.

The Midnight Sky Coming to Netflix This Year – /Film

“Sono due mondi diversi. Avevamo pensato di girare una specie di The Revenant e fermarci per poi girare una copia di Gravity. Di solito, quando si girano film spaziali, su è su e giù è su e giù è giù, ma non sempre è così. Pensavamo di far ruotare la macchina da presa senza però far vomitare gli utenti lungo la strada.”

Per il momento è tutto, continua a seguire Fuori Series per rimanere sempre aggiornato!