Gentefied, l’identità non ha prezzo!

0
148

Una famiglia unita, una realtà complicata e quattro nipoti con tanti sogni, speranze e paure, il tutto condito con deliziosi tacos. Questo è Gentefied!

È difficile trovare il proprio posto nel mondo specialmente quanto la tua anima è divisa tra gli Stati Uniti e il Messico. Questo è il fulcro di Gentefied, la nuova serie TV firmata Netflix disponibile in streaming a partire dal 21 febbraio. Prodotta da America Ferrara, la star di Ugly Betty, è una commedia agrodolce che spazia tra diverse tematiche che possono essere riassunte nell’eterno conflitto tra le innovazioni e le tradizioni di famiglia.

La vita a Boyle Heights, un quartiere di Los Angeles, inizia a farsi sempre più difficile. La crisi ormai ha colpito tutto anche la famiglia Morales, guidata dal capostipite Casimiro, detto anche Pop. Egli infatti cerca di mandare avanti Mama Fina’s, il ristorante di famiglia che cucina i migliori tacos della zona. Peccato però che il proprietario dell’immobile minaccia lo sfratto e così i nipoti Erik, Ana e Chris cercano una soluzione per evitare il fallimento. Non mancheranno ovviamente vari dissidi tra chi vuole proporre nuove idee e chi invece rimane saldamente ancorato alla tradizione e all’orgoglio messicano.

Gentefied, la prima stagione dal 21 febbraio su Netflix | dituttounpop

I Morales: due generazioni a confronto

Al centro delle vicende di Gentefied c’è la famiglia. Pop, il capo dei Morales, è un uomo dal cuore buone e che farebbe di tutto per i suoi nipoti, il suo bene più prezioso. Rimasto ormai vedovo da anni ha continuato lo stesso a gestire Mama Fina’s in ogni occasione, persino ora che il ristorante deve affrontare una pesante crisi economica.

L’uomo è dunque lo specchio della tradizione, è il promotore della cultura messicana in quanto immigrato negli Stati Uniti e quindi tutto ciò che si discosta dalle sue usanze e dalle sue abitudini lo vede come una minaccia. Erik, suo nipote, è cresciuto a sua immagine e somiglianza, non vede l’ora di ereditare l’attività di famiglia per portare avanti i valori di famiglia.

Dall’altra parte invece c’è Chris, uno dei Morales che ha deciso di allontanarsi dal quartiere per studiare all’università e per realizzare il suo sogno di chef. Vista la situazione di crisi ritorna nel quartiere per prendere in mano le redini del ristorante allo scopo di modernizzarlo e renderlo per lo meno più americano. Inutile dire che si creeranno delle tensioni.

Leggi anche: Califfato, il terrorismo islamico visto da occhi femminili – recensione

Il quartiere: un’idea di famiglia allargata

Il concetto di famiglia ovviamente può essere ampliato anche alla realtà di quartiere. Ogni personaggio ha infatti la sua controparte. Se nel nucleo dei Morales abbiamo uno scontro tra Chris ed Erik, a Boyle Heights ci sono Ana e Yessika. La prima è una giovane artista piena di sogni che più volte fantastica sulla sua notorietà, la seconda invece è la sua ragazza, un’attivista coinvolta nella realtà della comunità.

Foodie tourism and protests: LA's gentrification battles play out ...

In questo periodo di forte crisi, l’american dream sconvolge notevolmente le tradizioni e l’identità messicana. Le scelte sono dunque due: sopravvivere adeguandosi alla modernità oppure fallire e cedere definitivamente al controllo dei ricchi bianchi pronti a stravolgere tutto. Alla fine, Ana capisce che il suo sogno non vale la candela. Ha ottenuto la sua mostra, ha ottenuto l’attenzione mediatica per sfondare nel mondo dell’arte, ma a che prezzo? Per quanto i soldi siano importanti, l’identità è l’unica cosa che non può essere comprata!

Gentefied e il chiaro riferimento al governo Trump

Un prodotto che racconta le tradizioni del Messico non poteva dimenticare di inserire una velata, ma giusta critica all’amministrazione Trump e alle sue politiche riguarda l’immigrazione. In un periodo in cui gli Stati Uniti decidono di erigere quel famoso muro al sud per limitare, o meglio stoppare, il flusso migratorio, Gentefied mette a nudo le paure che ogni latino ha dovuto vivere sulla propria pelle.

Un argomento a lungo discusso e rappresentato in più serie televisive. Come non dimenticare l’ultima stagione di Orange is the New Black e il centro carcerario per l’immigrazione, ma anche One Day at a Time, Jane the Virgin. Qualsiasi prodotto televisivo con al centro la cultura latino-americana ha affrontato la paura dietro alla deportazione.

Netflix's 'Gentefied': How young Latinx professionals are ...

In conclusione

Sebbene Gentefied si presenti come una commedia, fin dal primissimo episodio ci rendiamo conto che dietro c’è molto di più. Così anche in un periodo di crisi economica si possono trovare aspetti positivi creando così un’atmosfera di ottimismo. È un bellissimo racconto di vita su un quartiere che magari potrà essere povero economicamente, ma ricco dal punto di vista delle emozioni. Lasciatevi stregare, ma anche commuovere dalle avventure dei Morales.

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità Netflix? Continua a seguire Fuori Series!