Jinn: in arrivo su Netflix il primo teen show arabo!

Disponibile dal 13 giugno sulla piattaforma streaming, Jinn non sarà il solito teen drama! Vediamo insieme qualche dettaglio!

Netflix ha avuto fin dall’inizio un’intuizione geniale: bisogna puntare sui ragazzi. Da qui, la decisione di investire in serie e film con protagonisti degli adolescenti e la loro lotta per un posto nel mondo. Da 13 reasons why, a The Society, a Sex Education, Riverdale, fino a Stranger Things, Netflix ha puntato su storie di formazione, che raccontassero la vita segreta dei ragazzi di oggi, declinando questo spunto narrativo in tutte le varianti possibili. Non è, quindi, una sorpresa che abbia deciso di produrre il primo teen drama a carattere sovrannaturale ambientato in un paese di lingua araba.

Ma di cosa parla Jinn?

Se vi trovate a passare per Petra, fate attenzione perchè ci sono spiriti maligni che tendono a seguirvi, rischiando di scatenare una biblica battaglia tra bene e male. Questo è ciò che succede a un gruppo di adolescenti in viaggio con la scuola. Essi vedranno la loro quotidianità sconvolta da questo spirito. Chissà se la presenza di un’altra entità, ma di natura benevola, non possa aiutarli a contrastare il male…

La serie è prodotta da Elan e Rajeev Dassani (Scandal), Christian, Lucien e Mir-Jean Bou Chaaya (anche regista dello show).

Leggi anche:Netflix si schiera a favore delle donne contro la legge anti aborto in Georgia

Un salto nella cultura araba

Nonostante la matrice sovrannaturale della storia, la serie cercherà di rendere al meglio cosa significa per un adolescente vivere nel nostro secolo in un posto come il Medio Oriente. Netflix punta, così, a dare luce alla situazione in paesi di lingua araba, proprio in un periodo caratterizzato da forti tensioni tra il mondo occidentale e quello medio-orientale.

Risultati immagini per jinn netflix

In questo modo, i produttori portano sullo schermo un prodotto innovativo e si dimostrano lungimiranti, cercando di dare, a modo loro, un contributo per rendere più distesi i rapporti tra culture così diverse. Già da qualche anno, infatti, Netflix ha iniziato a produrre serie e film nei diversi paesi del mondo: dalla Spagna, alla Finlandia, all’Egitto e ora anche l’Arabia Saudita.

Leggi anche:Dal Nilo al mondo: Netflix ordina Paranormal, un dramma egiziano

Infine, il fatto che una storia di magia veda protagonisti di colore, o in ogni caso non caucasici, è un’altra innovazione. Fino a qualche anno fa, i protagonisti di simili serie erano per lo più bianchi. Una rivoluzione, insomma, che ha visto la nascita del remake di Charmed (Streghe in Italia), con 3 sorelle di origini latino americane come protagoniste, oppure Strega per sempre (disponibile su Netflix), così come Black Lightining, con il primo supereroe di colore protagonista.

Jinn vi aspetta su Netflix dal 13 giugno. Per ogni aggiornamento, come sempre, continuate a seguirci!