La donna che visse due volte: il capolavoro di Hitchcock approda su Netflix

0
511

Vertigo o La Donna che visse due volte, uno dei film più iconici della storia del cinema, sarà disponibile sulla piattaforma a partire dal 22 maggio!

Maggio 2020 promette di essere un mese pieno zeppo di soddisfazioni per tutti gli appassionati di cinema e serie tv. Nello specifico nella sezione dedicata ai lungometraggi verranno aggiunti cult e capolavori che hanno lasciato un segno indelebile nella storia del cinema. Tra questi compare La donna che visse due volte, film di Alfred Hitchcock.

Di cosa parla il film?

San Francisco, anni Cinquanta. Dopo un incidente in servizio, che lo ha sconvolto facendo emergere la sua paura dell’altezza, John “Scottie” Ferguson lascia la polizia e accetta di lavorare per un vecchio compagno di scuola. Questo infatti gli chiede di sorvegliare la moglie Madeleine che in ricorrenti stati di incoscienza sembra posseduta dallo spirito di Carlotta Valdes, sua bisnonna morta suicida un secolo prima. Ferguson resta affascinato dall’infelice donna. Così, quando è costretto a intervenire per salvarla da un tentativo di suicidio in mare, tra i due ha inizio una storia d’amore, ma una tragedia sta per sconvolgere le vite di entrambi.

Dieci cose che non sapevate su La donna che visse due volte - Film.it

Riassumere in poche righe un capolavoro come Vertigo, titolo originale della pellicola e che in sè riassume uno degli snodi cruciali della trama, è una missione pressoché impossibile.

Un consiglio: prima di continuare nella lettura dell’articolo recuperatelo, sarà disponibile comodamente su Netflix a partire dal 22 Maggio.

Il miglior film della storia del cinema

Considerato ad oggi il miglior film della storia del Cinema, avendo scalzato dalla pole position del British Film Institute Quarto Potere di Orson Welles, La donna che visse due volte, con protagonisti Kim Novak e James Stewart, rappresenta dal punto di vista tecnico un unicum. Tutto è perfettamente ricercato: dall’uso dei colori, alla tecnica dell’effetto Vertigo e naturalmente come dimenticar gli improvvisi risvolti di trama tipici delle sceneggiature hitchcockiane.

Hitchcock, come in ogni suo film, sconvolge e lascia senza fiato e Vertigo, non fa eccezione. Insomma nonostante sia un film che quest’anno spegne 62 candeline va sicuramente recuperato.

Leggi anche: Netflix and Cult: Colazione da Tiffany

La donna che visse due volte (SPOILER ALERT!)

La teoria dell’eterno ritorno dell’uguale, che vuole gli eventi destinati a ripetersi all’infinito, è continuamente ripresa all’interno del film e ruota specialmente attorno alla protagonista: quella donna che, come anticipa il titolo italiano,visse due volte. Il tema del doppio con Madeleine che in primis interpreta la parte di una reincarnata: una donna morta in tragiche circostanze un secolo prima.

Evento che lei è condannata a ripetere, reinterpretando, per la seconda volta, questa per conto di Scottie, la stessa donna che prima ha simulato fino al suicidio. Come dimenticare il finale nel quale Hitchcock inserisce una sequenza che non esagererei a definire horror. L’ombra della suora che la terrorizza a tal punto da spingerla, ancora una volta, a cadere dalla torre, esattamente come è successo alla donna di cui interpretava la parte.

Volete rimanere sempre aggiornati sulle novità dal mondo Netflix e Disney+?Continuate a seguire Fuori Series e iscrivetevi alla nostra newsletter!