La Forma dell’Acqua: 6 curiosità sul film di Guillermo del Toro

88

Quattro statuette d’oro per La Forma dell’Acqua, il film di Guillermo del Toro uscito nel 2017 e arriverà il 23 aprile su Disney Plus. Pensi di sapere proprio tutto? Ecco 6 curiosità che sicuramente non sapevi!

Consacrato con quattro bellissimi Academy Awards, La Forma dell’Acqua è forse uno dei più grandi capolavori cinematografici del regista Guillermo del Toro. I premi ovviamente non sono finiti qua perché oltre ad aver conquistato L’Oscar come Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Scenografia e Miglior Colonna Sonora, si è aggiudicato anche il Leone D’Oro per la miglior pellicola al Festival di Venezia nel 2017.

La forma dell'acqua: il significato del finale del film - Cinematographe.it

Insomma, La Forma dell’Acqua si è ritagliata il suo spazio nella storia del cinema. Il 23 aprile sarà disponibile per tutti gli utenti Disney Plus e noi di Fuori Series abbiamo scovato 6 curiosità che sicuramente non sapevi sulla celebre pellicola. Vediamole insieme.

Prima di continuare nella lettura mi piacerebbe invitarti nel nostro canale Telegram dedicato a tutte le news sul mondo Netflix. Iscriviti a NEWS NETFLIX ITALIA e rimani sempre aggiornato in tempo reale sulle tue serie tv e i tuoi film Netflix preferiti! Non preoccuparti, non è un canale esclusivo, lo abbiamo esteso anche a Disney Plus e Amazon Prime Video!

La Forma dell’Acqua: 6 curiosità sul film di Guillermo del Toro 1

6CURIOSITÀ DI LA FORMA DELL’ACQUA

Una versione in bianco e nero

In realtà La Forma dell’Acqua era stato concepito in bianco e nero. L’idea venne a Del Toro nel 2011 mentre stava facendo colazione con Daniel Kraus, coautore di Trollhunters. Questa tecnica, secondo lui, avrebbe reso omaggio al suo precedente cinematografico, ma poi ha dovuto fare i conti con la realtà. Per motivi di budget ha dovuto accettare il colore.

Il Mostro della Laguna Nera

Guillermo del Toro prende chiaramente ispirazione dalla creatura apparsa in “Il Mostro della Laguna Nera”. Il film del 1954 mescola perfettamente i toni fantastici e l’horror raccontando le avventure dei protagonisti quando si imbattono in una creatura metà uomo e metà pesce. Un cult che rimase ben impressa nel regista al punto da volerne fare una specie di remake. La Forma dell’Acqua però si discosta nettamente introducendo una love story.

La forma dell'acqua - Il "dio acquatico" di Guillermo Del Toro nella nuova  featurette

Un film spiccatamente moderno

Per quanto le ambientazioni siano del 1962, il film risulta particolarmente attuale specialmente per il clima politico. Guillermo del Toro ha infatti deciso di contestualizzare la sua storia in un periodo dove gli Stati Uniti, pur essendo uno degli stati più avanguardisti del mondo, erano caratterizzati da classismo e razzismo.

Le curiosità su La Forma dell’Acqua non sono finite qua, vai alla prossima pagina per saperne di più…