Mulan: l’uscita del film riaccende il movimento #boycottmulan

0
645
mulan disney

Il movimento #boycottmulan è tornato sulla cresta dell’onda dopo l’uscita del film Disney Mulan. Ecco il perchè

Yifei Liu, protagonista del remake live-action di Mulan, è stata coinvolta lo scorso anno in una importante protesta che si è riaccesa con l’avvicinarsi dell’uscita del film.

Prima di continuare nella lettura mi piacerebbe invitarti nel nostro canale Telegram dedicato a tutte le news sul mondo Netflix. Iscriviti a NEWS NETFLIX ITALIA e rimani sempre aggiornato in tempo reale sulle tue serie tv e i tuoi film Netflix preferiti! Non preoccuparti, non è un canale esclusivo, lo stiamo estendendo anche a Disney Plus e Amazon Prime Video!

Ecco ciò che ha postato sul suo profilo Weibo (social cinese):

Inutile dire che le affermazioni di Yifei Liu hanno fatto il giro del mondo in pochissimo tempo.
Il post riportava “Sostengo la polizia di Hong Kong. Ora potete anche attaccarmi. Che vergogna per Hong Kong“. Le proteste contro le sue dichiarazioni sono durate a lungo, ma sembrava dovessero scemare con il passare dei mesi.

Ora che Mulan è disponibile in streaming su Disney+ e presto uscirà nelle sale cinesi, il movimento #boycottmulan è tornato a farsi sentire con più forza di prima, appoggiato dai media internazionali come The Guardian. Complice l’arresto dell’attivista Agnes Chow lo scorso agosto, indicata da molti come la vera Mulan, e la recente uscita sulla piattaforma Disney+, le proteste si sono riaccese in buona parte dell’Asia.

Sembra proprio che il popolo del web non si sia rassegnato al boicottaggio della pellicola.
Ecco a seguire alcuni Tweet di protesta: