Perché guardare The Good Place? Ecco 3 buone ragioni!

0
148

Non avete ancora visto The Good Place? Nessun problema ecco 3 buoni motivi per recuperare queste serie televisiva su Netflix!

Vi siete mai chiesti cosa ci possa essere dopo la morte? Michael Schur sì e per questo motivo ha dato vita a The Good Place, la sit-com filosofica che cerca di dare un’esilarante interpretazione di quello che potrebbe essere il Paradiso. Incuriositi da questa serie televisiva? Ecco 3 buoni motivi per premere play!

STAGIONI: 3
STATUS: conclusa, ma in attesa della 4 stagione

DURATA: 30 min
PIATTAFORMA: Netflix

Prima di continuare nella lettura mi piacerebbe invitarti nel nostro canale Telegram dedicato a tutte le news sul mondo Netflix. Iscriviti a NEWS NETFLIX ITALIA e rimani sempre aggiornato in tempo reale sulle tue serie tv e i tuoi film Netflix preferiti!

The Good Place in pillole

La storia di The Good Place racconta i dilemmi interiori di Eleanor Shelltrop, una perfida rappresentante farmaceutico di medicine poco efficaci per anziani che, dopo la sua bizzarra morte, si ritrova in Paradiso. Ovviamente è una pura svista, un caso di omonimia, e per questo motivo sarà costretta a mentire ed a cambiare le sue abitudini pur di non finire all’inferno. Riuscirà a non dare nell’occhio?

The Good Place - Stagione 3: Eleanor & company nel poster della serie

1.

Una visione divertente del Paradiso alla Truman Show

Uno degli aspetti più divertenti dello show è senza ombra di dubbio la rappresentazione del Paradiso soprannominato giustamente come “The Good Place”. Una sorta di classica cittadina americana divisa in quartieri dove i defunti vengono smistati a seconda dei loro gusti. Ognuno, infatti, riceve l’abitazione dei propri sogni insieme all’amore della propria vita. Ma è proprio tutto oro quello che luccica?

2.

Una storia filosoficamente etica

Il Good Place, o meglio l’Eden, rispetta tutti i principi morali ed etici su cui i filosofi si sono arrovellati per secoli. Nella serie farete conoscenza di Chidi, uno studioso che ha passato tutta la sua vita nel provare a scrivere il Volume Definitivo, una raccolta completa del Tutto. La filosofia però non fa parte della storia, ma piuttosto ne è la cornice per raccontare le vicende molto umane dei suoi protagonisti. L’obiettivo di The Good Place? Dimostrare come una materia così apparentemente astratta e lontana dalla quotidianità sia piuttosto attuale.

The Good Place | Netflix

3.

Tutti abbiamo bisogno di una seconda possibilità

Fino a qui tutto chiaro? The Good Place è dunque la storia di una brutta persona che ha la possibilità, sebbene piuttosto tardiva vista la location, di cambiare il proprio carattere grazie al potere della filosofia. Eleanor ha questa occasione e farà di tutto per non sprecarla e finire all’Inferno. La redenzione è dietro l’angolo, basta infatti espiare tutti i suoi peccati. Ce la farà?

Scopritelo premendo play e gustandovi The Good Place.