Il Metodo Kominsky: 3 buoni motivi per vedere questa stupenda serie

0
159

Perchè vedere Il Metodo Kominsky? Una domanda che ha assillato anche noi di Fuori Series. Ecco dunque 3 buoni motivi per guardare questa serie originale Netflix!

Invecchiare non è mai bello, il proprio corpo cambia e non riesce più a fare le stesse cose di prima. Lo sanno bene Michael Douglas e Alan Arkin, i due protagonisti di Il Metodo Kominsky, che si ritroveranno insieme ad affrontare questa nuova fase di vita. Un Grace e Frankie al maschile? Staremo a vedere, nel frattempo ecco 3 buoni motivi per iniziare a vedere questa dramedy dai risvolti interessanti.

STAGIONI: 2
STATUS: in attesa della terza stagione

DURATA: 30 min
PIATTAFORMA: Netflix

Prima di continuare nella lettura mi piacerebbe invitarti nel nostro canale Telegram dedicato a tutte le news sul mondo Netflix. Iscriviti a NEWS NETFLIX ITALIA e rimani sempre aggiornato in tempo reale sulle tue serie tv e i tuoi film Netflix preferiti!

Il Metodo Kominsky in pillole

Sandy Kominsky e Norman Newlander sono amici ormai di vecchia data approdati alla terza età. Dopo la dipartita della moglie del secondo, si riavvicinano ulteriormente e scoprono che possono contare l’uno sull’altro in questa nuova fase di vita. I due infatti sono legati dal punto di vista lavorativo, uno è un attore mentre l’altro è l’agente.

Il metodo Kominsky - Serie TV (2018)

Un nome una garanzia!

Chuck Lorre, sempre lui, quello di Due Uomini e Mezzo, di The Big Bang Theory, Mom e Disjoined e moltissimi altri simpatici prodotti televisivi. Il suo nome è quindi una garanzia perché riesce a tirare fuori sempre un piccolo gioiellino come Il Metodo Kominsky. Questa volta però ha letteralmente superato se stesso stupendo gli utenti Netflix con una serie sulla senilità maschile. Un argomento che magari a primo acchito non prende, ma dopotutto chi ha detto che per far ridere bisogna parlare sempre di “sesso, droga e nerd”?

Leggi anche: Valeria: 3 buoni motivi per vedere questo Sex And The City spagnolo!

Grace e Frankie al maschile…

Gran parte del successo di Il Metodo Kominsky è senza ombra di dubbio il cast. Da una parte c’è un certo e poco noto Michael Douglas nei panni del signor Kominsky, un insegnante di recitazione che ha avuto tra le sue schiere studenti brillanti del calibro di Anna Cob e Savio Error. D’altra invece Alan Arkin, premio Oscar per Little Miss Sunshine, un mostro sacro della recitazione che questa volta interpreta un noto produttore hollywoodiano alle prese con la malattia della moglie e l’instabilità della figlia.

Recensione Il Metodo Kominsky 2 su Netflix, irresistibile ode alla ...

Il duo che si viene a formare ha la stessa complicità di Grace e Frankie. Certo magari non venderanno vibratori per donne anziane, ma è interessante vedere con i due affrontano la senilità e le sfide della terza età.

Un mix tra leggerezza e drammaticità

Il Metodo Kominsky non ha solamente uno showrunner del calibro di Chuck Lorre ed un cast principale letteralmente da Oscar, ma anche la scrittura è qualcosa di veramente sublime. In pratica mantiene fin da subito di essere ciò che ti aspetti ovvero un prodotto originale Netlflix che spazia ampiamente dalla leggerezza fino ad arrivare a tematiche più profonde e drammatiche. Il segreto? L’ironia!

Pronti a premere play? Buona visione!