READY PLAYER ONE: perchè (ri)vedere il gioiellino fantascientifico di Steven Spielberg

0
286
ready player one

Il 1 giugno su Netflix arriva Ready Player One, il film fantascientifico nerd di Steven Spielberg tratto dal romanzo di Ernest Cline. Ecco perchè bisogna recuperarlo assolutamente!

“Non è solo un gioco, si tratta di vita o morte nella realtà”

In Ready Player One siamo catapultati nel 2045. Il mondo sta per collassare ed è sull’orlo del caos, ma grazie al cielo le persone hanno trovato la salvezza nell’OASIS, un enorme universo di realtà virtuale creato dal brillante ed eccentrico James Halliday. A seguito della sua morte, la sua immensa fortuna andrà in dote a colui che per primo troverà un easter egg nascosto da qualche parte all’interno dell’OASIS.

Si dà così il via ad una gara che coinvolgerà il mondo intero. Quando un improbabile giovane eroe di nome Wade Watts deciderà di prendere parte alla gara, verrà coinvolto in una vertiginosa caccia al tesoro in questo fantastico universo fatto di misteri, scoperte sensazionali e pericoli..

Ed ecco arrivati alla fatidica domanda: perchè vedere Ready Player One?

Caccia alla citazione

Ready Player One è ambientato per la quasi totalità su OASIS, il mondo virtuale creato da Halliday, nel quale i nostri protagonisti sono impegnati alla ricerca dell’Easter Egg che cambierà per sempre la loro vita. Wade non sarà l’unico ad cercarli perchè noi spettatori, in primis saremo inconsciamente coinvolti in una “caccia”alla citazione nerd.

Il mondo virtuale è infatti popolato da personaggi di film, videogiochi, fumetti, romanzi. Lo zio Spielberg,insomma, a più di settant’anni e dopo aver cresciuto più di una generazione con i suoi film non poteva perdere l’occasione di creare un piccolo capolavoro dove sono presenti tutte le sue iconiche storie. Se volete un motivo in più per vederlo vi basti pensare che c’è una ricostruzione fedelissima di una scena di un certo film horror ambientato in un hotel…

Ready Player One è il nuovo capolavoro di Steven Spielberg - A ...

Dal punto di vista tecnico Ready Player One è pressochè perfetto. La ricostruzione di OASIS riprende pedissequamente quella ideata da Cline nel romanzo del 2011, che vi consiglio caldamente di recuperare. Qui il link per acquistarlo su Amazon.

Quello che ci si chiede alla fine degli oltre 140 minuti di durata è può,un mondo virtuale essere migliore della realtà che ci circonda? Per scoprirlo recuperata immediatamente il film!