The Crown | Una petizione a favore dell’uguaglianza salariale

La petizione avviata dopo la notizia della disparità salariale tra la Foy e Smith chiede di donare la differenza di stipendio a Time’s Up.

La recente e sconvolgente rivelazione che Matt Smith, il Principe Filippo, guadagni una cifra maggiore rispetto alla protagonista Claire Foy  non è andata molto a genio ai fans della serie. Essi infatti hanno deciso di firmare una petizione dal nome Care2 che chiede a Smith e a Netflix di donare la differenza dello stipendio al Fondo di difesa legale di Time’s Up come modo per “rimediare a questo divario retributivo sessista”.

Al momento sono state raccolte più di 24 mila firme. I numeri, si prevede, tenderanno ad aumentare vertiginosamente specialmente negli Stati Uniti, paese in cui questo genere di discriminazione è un argomento all’ordine del giorno.

Leggi anche: Claire Foy pagata meno di Matt Smith

La notizia della disparità salariale è emersa settimana scorsa, quando i produttori hanno ammesso di aver pagato di più Matt Smith in parte grazie alla sua fama di Doctor Who. Però hanno anche subito aggiunto che lo squilibrio, ovviamente, è stato successivamente corretto nelle stagione successiva, dato anche il grandioso successo della Foy.

“Al momento vi possiamo assicurare che nessuno viene pagato più della Regina”

petizione the crown
Hollywood e la discriminazione

Questo genere di discriminazione non è per niente una novità all’interno del contesto hollywoodiano. Spesso le donne sono state pagate meno. All’inizio dell’anno Mark Wahlberg è stato costretto a donare circa $ 1,5 milioni alla fondazione Time’s Up perché guadagnava di più rispetto a Michelle Williams.

Ovviamente il caso di The Crown è diverso, Smith al momento paga solamente la colpa  di aver assunto e scelto agenti davvero fantastici e che sappiano fare il loro lavoro magistralmente. Inoltre, non era a conoscenza di quanto fosse il salario della sua consorte in arte Claire Foy.
Quindi pagare o non pagare?

Ciò nonostante sarebbe davvero una splendida mossa da parte dell’attore inglese quella di donare la differenza alla fondazione mostrandosi a favore dell’uguaglianza retributiva.


Con noi rimanere sempre aggiornati è semplicissimo, iscriviti alla nostra pagina Facebook e condividi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.