WandaVision 1×04: la recensione di Interrompiamo questo programma

326
wandavision 4
(L-R): Teyonah Parris as Monica Rambeau and Randall Park as Jimmy Woo in Marvel Studios' WANDAVISION exclusively on Disney+. Photo courtesy of Marvel Studios. ©Marvel Studios 2021. All Rights Reserved.

WandaVision è arrivata al suo 4° episodio e la situazione diventa sempre più chiara, ma al tempo stesso, più intrigante che mai. Cosa è successo in questo nuovo episodio? Scopriamolo insieme!

Se vi aspettavate di piombare nei coloratissimi e pop anni ’80, vi sbagliate di grosso! Con il quarto episodio, WandaVision ci riporta indietro ad Avengers: Endgame, subito dopo il blip di Hulk che ha ripristinato l’esistenza di tutte le persone scomparse nel finale di Avengers: Infinity War.

WandaVision: Every MCU Easter Egg In Episode 4 | Screen Rant

Prima di continuare nella lettura mi piacerebbe invitarti nel nostro canale Telegram dedicato a tutte le news sul mondo Netflix. Iscriviti a NEWS NETFLIX ITALIA e rimani sempre aggiornato in tempo reale sulle tue serie tv e i tuoi film Netflix preferiti! Non preoccuparti, non è un canale esclusivo: lo abbiamo esteso anche a Disney Plus e Amazon Prime Video!

WandaVision 1x04: la recensione di Interrompiamo questo programma 1

La figura di Geraldine

A collegare il 3 e 4 episodio di WandaVision è Geraldine, di cui, finalmente, scopriamo l’identità (anche se vi avevamo svelato qualcosa nella recensione del 3 episodio).

La donna è Monica Rambeau, figlia di Maria Rambeau, fondatrice dello S.W.O.R.D. e amica di Captain Marvel. Nel corso di questo episodio, seguiremo a ritroso come dopo il blip, Monica sia tornata a lavorare allo S.W.OR.D e sia stata mandata a Westview per indagare sul caso di una persona scomparsa.

WandaVision Episode 4 Clip Gives Us an Entirely New Perspective – /Film

Giunta lì, farà la conoscenza dell‘Agente Woo (Ant-Man & the Wasp) che la mette al corrente della situazione: non è scomparsa una persona, ma apparentemente, un’intera città, quella di Westview. Nel tentativo di scoprire cosa è successo, Monica finisce inavvertitamente dentro il campo di forza che circonda il luogo in cui si trova Westview e scompare, di nuovo.

Lo S.W.O.RD. organizza allora un’operazione di ricerca e per ritrovare Monica chiama a raccolta una squadra di esperti, tra cui un amatissimo personaggio del mondo Marvel, Darcy Lewis, sarcastica assistente di Jane Foster, ora diventata lei stessa un’astrofisica.

Sarà proprio Darcy a individuare le prime anomalie che porteranno a una sconvolgente scoperta: Wanda Maximoff ha, per così dire, sequestrato Westview e ha trasformato le vite degli abitanti della città per adattarli alla propria personale realtà, una in cui lei e Visione vivono felici con i loro bambini.

WandaVision: una complessa operazione metanarrativa

WandaVision si dimostra ancora una volta innovativa e accattivante e questo episodio ha acceso ancor di più la curiosità dei fan, spezzando il ciclo di puntate in stile sit-com e riportandoci ai giorni nostri. Il 4 episodio è una complessa e ben riuscita operazione metanarrativa e televisiva, perché mostra i dietro le quinte degli episodi visti fino ad ora e vediamo che noi non siamo gli unici spettatori delle avventure di Wanda e Visione: i medesimi episodi sono visti anche da Darcy e dagli altri agenti dello S.W.O.R.D., una narrazione nella narrazione, insomma.

WandaVision 1x04: la recensione di Interrompiamo questo programma 2

WandaVision porta nel Mondo Ordinario (si chiama così quel mondo di partenza da cui iniziano le avventure dell’Eroe e che è il mondo in vivono Darcy e gli altri) il Mondo Straordinario (il luogo in cui l’Eroe compie il viaggio e rappresentato dalla realtà di Westview), mescolandoli e aprendo nuove possibilità di narrazioni e inventiva. E, più che mai, dimostra che quello che stiamo vedendo è il viaggio dell’eroe di Wanda, un viaggio che rischia di non arrivare alla sua conclusione, se la giovane strega non riesce a elaborare il suo lutto.

Perdita e lutto e un modo per sostituire ciò che si è perso

Diamo per scontato che il lutto di Wanda sia legato alla perdita di Visione, ma non dimentichiamo che la ragazza è un’orfana, ha perso non soltanto i genitori, ma anche Sokovia, la sua città d’origine (e sequestrare tutta Westview ha un senso: Wanda vuole sostituire la città che ha perso con un’altra), ha perso suo fratello Pietro e, infine, quando pensava di aver trovato la felicità, Thanos le ha portato via Visione – e anche qui, lei vede Visione morto come lo ha ucciso Thanos, grigio e con gli occhi spenti, brutalmente strappato a lei.

WandaVision Episode 4 Makes A Dark Reveal About Vision

Wanda sta cercando di ricostruire il suo nido: una famiglia, una città felice e protetta. Il dolore per le numerose perdite della sua vita l’hanno spinta a costruire una realtà alternativa in cui rifugiarsi, in cui provare a essere felice.

In sostanza, Wanda è in una fase di negazione del lutto, incapace di accettare il dolore e lasciar andare ed è, quindi, sia vittima sia carnefice. Il momento in cui la realtà del Mondo Ordinario infrangerà il Mondo Illusorio che ha creato, le conseguenze saranno, per lei, devastanti e credo che dovremmo prepararci psicologicamente per quello che vedremo.

Interpretazioni da Oscar

Al di là della complessa rete di easter eggs e di richiami di cui la serie è intessuta, che indicano come alla base ci sia un progetto più grande e fortemente innovativo e complesso, WandaVision riesce anche grazie a un cast ben collaudato e formato da attori meravigliosi: Elizabeth Olsen, in particolare, è magnetica, estremamente espressiva e davvero ben calata nel ruolo.

Kat Dennings ritorna con il suo humour nei panni di Darcy e ci regala una boccata d’aria fresca ed è la perfetta rappresentazione del fan che guarda la sua serie tv. Inutile dire poi, che la vorrei vedere in coppia con l’agente Woo.

WandaVision, insomma, si conferma sempre di più un prodotto visionario e unico, in grado di portare nuovi e vecchi fan nella Fase 4 del MCU, in maniera splendida. E se questo è solo l’inizio, chissà cosa ci aspetta!