WandaVision: la recensione dei primi due episodi della nuova serie Marvel

381
wandavision

Oggi, Disney + ha lanciato WandaVision, prima serie originale Marvel, con cui si apre la Fase 4 del MCU. Abbiamo visto i primi due episodi e non vediamo l’ora di dirvi cosa ne pensiamo! Senza indugiare oltre, ecco a voi la nostra recensione!

Dopo la conclusione di Avengers – Endgame, il MCU ha chiuso, per ora, le porte al mondo degli Avengers originali, per concentrarsi sui personaggi che nei film avevano avuto un ruolo importante, ma le cui storyline meritavano di essere approfondite ulteriormente.

Con il lancio di WandaVision, Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios, inaugura la fase 4 del MCU, che proseguirà con The Falcon and The Winter Soldier, Loki e moltissimi altri contenuti, la maggior parte dei quali fruibili sulla piattaforma di Disney Plus.

wandavision

Prima di continuare nella lettura mi piacerebbe invitarti nel nostro canale Telegram dedicato a tutte le news sul mondo Netflix. Iscriviti a NEWS NETFLIX ITALIA e rimani sempre aggiornato in tempo reale sulle tue serie tv e i tuoi film Netflix preferiti! Non preoccuparti, non è un canale esclusivo: lo abbiamo esteso anche a Disney Plus e Amazon Prime Video!

WandaVision: la recensione dei primi due episodi della nuova serie Marvel 1

WandaVision – la patina della commedia americana che nasconde molto altro

Ideato da Jac Schaeffer e basato sul fumetto Scarlet Witch, WandaVision è una miniserie da 8 episodi, rilasciati ogni venerdì su Disney +, che narra la vita della neo coppia di sposi Wanda (Elizabeth Olsen) e Vision (Paul Bettany) nell’idilliaca cittadina di Westwiews.

Omaggiando la sitcom americana degli anni ’50, da Vita da Strega, a Strega per Amore, a I love Lucy, i primi due episodi di WandaVision sono rivestiti da una splendente patina in bianco e nero e dal gusto vintage.

Osserveremo Wanda e Visione alle prese con l’organizzazione di una cena per il burbero capo della compagnia contabile per cui Visione lavora (primo episodio), mentre nel secondo Wanda cerca di integrarsi nella comunità di Westviews, partecipando con Visione al talent show di beneficenza, organizzato da Dottie (nel secondo episodio).

Al di là degli sketch, della pungente ironia e della commedia, WandaVision promette molto altro: è come un’interferenza radio nel vostro programma preferito, come quell’unica nuvola in un cielo limpido. Sotto la superfice lucida della vita di Wanda e Visione c’è qualcosa che preme per venire alla luce. E non basterà premere di volta in volta il tasto rewind per farla sparire.

WandaVision: la recensione dei primi due episodi della nuova serie Marvel 2

WandaVision affronta il tema della perdita e del dolore e delle conseguenze che questo può portare sulla nostra salute mentale. Non sarà difficile notare le impercettibili esitazioni nell’espressione di Wanda o i suoi tentativi di negare che sia lei che Visione sono nettamente diversi e fuori posto rispetto al resto della comunità. Wanda desidera integrarsi a ogni costo, perché solo in questo modo la sua illusione può funzionare: che Visione sia ancora vivo e loro due possano essere per sempre insieme, felici e contenti.

WandaVision e due interpreti straordinari

wandavision

Se commedia e tragedia riescono a fondersi bene in questi episodi, se l’apparente perfezione che nasconde l’orrore (quanto fa David Lynch tutto questo?) riesce a funzionare, è merito di Elizabeth Olsen e Paul Bettany, in stato di grazia in questa miniserie. L’intesa tra i due, i tempi comici perfettamente calcolati e un’ottima interpretazione da parte di entrambi, rende WandaVision un prodotto davvero interessante, di cui già non possiamo farne a meno.

Continua a seguire Fuori Series per rimanere sempre aggiornati!