Una Serie di Sfortunati eventi 2×01 | Il Conte Olaf è tornato

Le disgrazie non sono finite per i fratelli Baudelaire, il Conte Olaf è tornato e la sua brama di potere non si è placata; una Serie di Sfortunati Eventi 2 è arrivato oggi su Netflix.

Benvenuti alla Pufrock Preparatory School, una scuola alquanto inquietante in cui il Signor Poe ha iscritto i fratelli Baudelaire convinto che fossero al sicuro dal Conte Olaf.

Dove eravamo rimasti?

Avevamo lasciato i Baudelaire all’ingresso della Segheria Ciocco Fortunato dopo aver sventato l’ennesimo piano del conte.

Con il finale della prima stagione sembrava che i fratelli Baudelaire avessero trovato finalmente un po’ di pace e il Conte Olaf sembrava sconfitto. Ma per Klaus, Violet e Sunnyi guai non sono finiti.

Da dove riprendiamo?

Riprendiamo da una triste, scura e inquietante sala d’attesa composta da due panchine stile conte Dracula su cui sono seduti i Baudelaire, da un lato, e altri due ragazzini dall’altro. Il primo personaggio che li accoglie è una snervante ragazzina viziata ricoperta di rosa e gioielli che cammina per la scuola con delle scarpette da tip tap. Il suo nome è Carmelita.

Dalla foto, forse concorderete con la descrizione che vi abbiamo fornito.

Altro personaggio che fa la sua comparsa è quello del Vice Preside Nero, un uomo frustrato che vive nel suo mondo in cui pensa di essere un violinista di successo. Si dimostra subito infastidito dalla presenza dei Baudelaire e dopo avergli ricordato più volte la morte dei genitori, decide di trasferirli in una catapecchia di 1 m.
Per fortuna però, Violet non ha dimenticato la sua creatività ed è riuscita a dare un tocco personale anche a quella buia e fredda baracca.

VOTO: 6

Dopo aver visto la prima stagione abbiamo imparato a non farci prendere troppo dopo solo una puntata. Ci sentiamo di dare un 6 nella speranza che migliori sempre più.


Con noi rimanere sempre aggiornati è semplicissimo, iscriviti alla nostra pagina Facebook e condividi!

Greta Nicoli

Commentatrice seriale che tra un episodio e l'altro frequenta l'Università.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.