Special: una spassosissima comedy che parla di diversità

Special, è una sit-com approdata su Netflix lo scorso 12 aprile. Noi di Fuori Series l’abbiamo vista e volevamo condividere con voi questo piccolo gioiellino!

Parlare di  argomenti delicati come la disabilità cercando di non scadere nell’ormai banale dramma che ultimamente vediamo riproposto in tutte le salse sul grande schermo non è affatto semplice. Questo è proprio l’obiettivo che si è posto Special, serie tv comedy targata Netflix e disponibile sulla piattaforma dal 12 aprile. Oserei aggiungere, che l’ha centrato in pieno!

Risultati immagini per special netflix

Di cosa tratta Special?

Tratto dal romanzo autobiografico di Ryan O’Connell I’m Special: And Other Lies We Tell Ourselves, qui in veste sia di produttore che di attore protagonista, la serie parla di disabilità e di omosessualità e di come spesso la società sia ancora oggi tende a giudicare qualcuno già dal primo incontro. Proprio questi stereotipi porteranno il nostro Ryan a tenere nascosta la verità sulla sua patologia ai suoi colleghi di lavoro,raccontando che la sua difficoltà nel muoversi è causata da un incidente che lo ha coinvolto.

Immagine correlata

I rapporti con gli altri personaggi sono l’elemento chiave di tutta la serie in primis l’attaccamento quasi morboso della madre al figlio disabile da cui quest’ultimo cerca in tutti i modi di distaccarsi per poter vivere autonomamente la propria vita, altro rapporto fondamentale è quello con Kim, collega di lavoro del protagonista che a differenza di molti altri va oltre ogni pregiudizio e accetta Ryan così com’è.

Tra i produttori della serie troviamo un volto noto del piccolo schermo ovvero Jim Parsons, lo Sheldon Cooper di The Big Bang Theory.

Una normale storia di una persona come tante

Risultati immagini per special netflix

Una delle cose più interessanti dello show è senza dubbio la durata degli episodi che si aggira attorno ai 15 minuti a differenza delle comedy più “classiche” la cui durata varia tra i 20 e i 30 minuti ad  episodio. Nel corso delle otto puntate che vanno a comporre la prima stagione la storia di Ryan che ci viene raccontata non punta il focus esclusivamente sul suo essere gay e sulla sua paralisi celebrale, il ragazzo ci viene presentato come una persona estremamente intelligente e sensibile.

L’aspetto comico della serie è forse il lato meno riuscito in quanto non ci sono scene in cui lo spettatore rida a crepapelle ma piuttosto la serie riesce molto spesso ad emozionare e a vivere al fianco dei protagonisti le situazioni più o meno piacevoli.

In definitiva  Special è una comedy scorrevole e breve che si può gustare tutta ad un fiato in circa 2 ore che cerca di raccontare un tema delicato ed importante abbandonando l’approccio tipico di altri prodotti,cercando di parlare di diversità senza esaltare troppo l’aspetto drammatico o risultando volgari con battute di pessimo gusto.

VOTO 8

Avete Special? Se sì cosa ne pensate?

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità dal mondo Netflix continuate a seguire Fuori Series!