The Order: tra scelte insensate e poco credibili (Recensione)

binger binge watching
Nel catalogo di Netflix non è difficile imbattersi in serie horror, fantasy o sci-fi. Difficile è capire quando una di queste serie è un buon prodotto: The Order, decisamente non lo è. Ecco cosa ne pensa Fuori Series.

The Order è stata rilasciata sulla piattaforma streaming il 7 marzo ed è composta di 10 episodi.

Creata da Dennis Heaton e Shelley Eriksen, vede protagonista Jack Morton (Jake Manley), giovane matricola della Belgrave University, sede della società segreta dell’ Ordine ermetico della Rosa Blu, che viene catapultato in un mondo di magia e sacrifici.

Nel corso della storia verranno a galla oscuri segreti della sua famiglia, mentre si inasprisce la lotta tra licantropi e streghe.

Cosa non ci è piaciuto?

The Order mette subito molta carne al fuoco: la morte misteriosa della madre di Jack, la magia, la società segreta, i rituali, i misteriosi omicidi al campus.

Leggi anche: Riverdale, la recensione della prima stagione

Tutti questi elementi non sono gestiti adeguatamente, tanto che si ha l’impressione che la serie sia un gigantesco calderone, in cui gli autori si sono divertiti ad aggiungere ingredienti, ma senza preoccuparsi di amalgamarli bene fra loro. Infatti, la trama presenta evidenti buchi narrativi, con scelte dei protagonisti, spesso, insensate e poco credibili.

La serie strizza l’occhio a molte serie precedenti: Buffy l’Ammazzavampiri, TeenWolf, The Vampire Diaries, ma lo fa in maniera così plateale che sembra quasi volerle parodiare. Peccato che l’intento non riesca e i momenti divertenti risultino, invece, piuttosto tiepidi.

L’ambientazione urban fantasy non è una cattiva scelta, ma poteva essere giocata meglio, con più originalità.

Forse, il punto debole sono i personaggi, decisamente poco approfonditi e stereotipati, così come i dialoghi, molto banali e poco avvincenti.

Leggi anche: Titans: i supereroi sono su Netflix (Recensione)

La storia personale di Jack poteva essere approfondita meglio, cosa che avviene negli ultimi episodi, ma non riesce a risollevare la serie.

In generale, The Order è un prodotto non bene riuscito, che poteva essere sfruttato in maniera differente e più originale. Un’occasione sprecata, decisamente.

Voto: 5


Lascia un bel Like alla nostra pagina Facebook e aiutaci a crescere!